Nel cuore della Toscana

Volterra

Volterra

Volterra è una città che conta 3000 anni di storia: etrusca, romana e medievale, una vera e propria “perla” toscana. La città è circondata da una cerchia muraria medievale risalente al 13 secolo e l’ingresso alla città è dato dalle 8 porte monumentali, alcune delle quali conservano ancora i portoni originali (Porta Diana, Porta Fiorentina, Porta di Docciola, Porta Marcoli, Porta a Selci, Porta all’Arco, Porta San Felice e Porta San Francesco). All’interno del centro storico potrete visitare il Museo Etrusco il più antico d’Italia, la Pinacoteca, il Teatro Romano, l’Acropoli, il Palazzo dei Priori (la più antica sede comunale della toscana), la Fortezza Medicea (visibile solo all’esterno perchè sede del carcere di massima sicurezza), Palazzo Viti (dove sono situati i candelabri in Alabastro commissionati dall’Imperatore del Messico Massimiliano d’Asburgo), Porta all’Arco, il Duomo, il Battistero e altre chiese. Molto famoso a Volterra è l’Alabastro, un solfato di calcio bi-idrato, una pietra lavorata fin dall’antichità (epoca etrusca) e ancora oggi nelle varie botteghe artigiane è possibile vedere la sua lavorazione e realizzazione di vari oggetti.

san-gimignano

San Gimignano

San Gimignano una città medievale che purtroppo delle 72 torri (una per ogni famiglia benestante) costruite nell’epoca medievale, oggi ne restano solo 14. Qui è nato l’unico vino bianco toscano con il suo massimo riconoscimento della D.O.C.G.: la famosissima Vernaccia. Le attrazioni principali da visitare sono: il Duomo, la Cappella di Santa Fina, Piazza del Duomo, museo civico, piazza della cisterna, Chiesa di Sant’Agostino e Rocca di Montestaffoli. Importante sono le ceramiche di Santa Fina e l’artigianato locale.

Siena

Siena

Siena un’affascinante cittadina medievale nel centro della Toscana, famosa per la sua terra rossa nonchè chiamata “Terra di Siena”.  Le sue principali attrazioni da vedere sono: Piazza del Campo (dove si svolge il Palio), situata nel cuore della città, il Palazzo Pubblico, il Museo Civico e la Torre del Mangia. Da non perdere anche il Duomo con il suo museo, il Battistero e la Pinacoteca Nazionale. Inoltre non può mancare una visita alla Santa Maria della Scala, di fronte al Duomo. È uno dei primi esempi di “ospedale” (inteso come luogo di ospitalità) in Europa, che accoglieva i pellegrini che si recavano a Roma. Oggi è un museo e ospita numerose mostre temporanee. Queste sono solo alcune delle attrazioni principali, mentre nei dintorni vi è molto bello il Castello di Monteriggioni, la città di Pienza, Montepulciano, Abbazia di San Galgano, Bagno Vignoni, Colle val d’elsa, Montalcino, Chiusi e Abbazia di Monte Oliveto.

Pisa

Pisa

Pisa una delle più belle città d’arte in Italia, con la sua bellissima Piazza del Duomo che raccoglie, in un complesso architettonico unico al mondo, non a caso definito Campo dei Miracoli, i principali monumenti religiosi della città: la Torre, il Duomo, il Battistero ed il Campo Santo. Edifici, monumenti e musei contribuiscono a mantener vivo il ricordo di un passato in cui Pisa è stata Repubblica Marinara e, per molto tempo, padrona indiscussa del Mediterraneo.
Le principali attrazioni da vedere sono: la Torre pendente, il Duomo di Santa Maria Assunta, il Battistero, il museo delle navi antiche, i lungarni e il Campo Santo monumentale. Vicino a Pisa troviamo Pontedera con il suo Museo della Piaggio.

Firenze

Firenze una volta capitale dell’Italia e adesso capitale della Toscana è la città dell’arte con la sua Piazza della Signoria e il David, il suo bellissimo Duomo e le varie chiese, i suoi monumenti storici e soprattutto l’importante museo degli uffizzi, insieme al Ponte Vecchio che di sera è molto affascinante e il lungarno. La specialità culinaria di Firenze è la famosa “Bistecca Fiorentina”.

 

 

teatro_del_silenzio

 

Il Teatro del Silenzio

La costruzione, inaugurata il 27 luglio 2006, è stata eretta per volontà del popolare cantante Andrea Bocelli originario di questo paese. Secondo l’idea originale, la struttura è nata per essere montata ed ospitare un solo spettacolo l’anno (da qui il nome “Teatro del Silenzio”). La costruzione consta di un “palcoscenico” circolare di alcuni metri di raggio al cui centro campeggia una imponente scultura raffigurante un volto umano eseguita dallo scultore polacco Igor Mitoraj per la scenografia di una Manon Lescaut e donata successivamente dallo scultore alla fondazione del teatro. A fare da fondale al palco sono stati posti alcuni blocchi di granito.